LA ROUTE DEL MARGUAREIS - Mountain-Bike (Km 73, dislivello m 2150)
Da Tenda (Francia) a Chiusa di Pesio (Italia) attraverso le Alpi del Marguareis 

La "Route del Marguareis" non è solo una faticosa traversata internazionale in Mtb, è una specie di viaggio attraverso la storia, la geologia, la botanica e i ruvidi panorami delle Alpi del Marguareis. Impossibile descriverla in un post su facebook, ci vorrebbe un libro. 
Inizia soft, poi va in crescendo. Da Tenda, storica capitale di contea, con la viabilità ordinaria si raggiunge La Brigue, ora periferica e smembrata dai confini recenti, ma un tempo comunità prospera e centrale delle Alpi del Mare. Poco dopo, a Morignole, incomincia lo sterrato, bello e facile, con il quale si scavalca la Baisse d'Ugail e tra le conifere ci si abbassa ai piedi del Castel Tournou, singolare torre rocciosa fortificata. "Le discese ardite e le risalite", cantava il grande Battisti. Infatti, più avanti, superato un alpeggio-casolare, il gioco si fa duro: il fondo è più impegnativo, la pendenza sostenuta e il sole picchia davvero. Lo spostamento all'Alpeggio Valmaurina può mettere in crisi, e i saliscendi aumentano il dislivello: la via non è segnata sulla carta e sembra non finire mai, si attraversano a lungo alti pascoli in bel paesaggio alpestre. Poi una risalita importante, più facile a farsi che a vedersi, esce al Colle della Perla, sulla Limone-Monesi. Si doppia il bel tornante dello "zabriskie point" e si va che è un piacere, ma il successivo collegamento con la Capanna Morgantini fa di nuovo sudare. La fontana gocciola solamente e c'è scritto di non bere...
Si scende nella lunare Conca delle Carsene, con doline, rocce carsificate ed inghiottitoi, sul tracciato della vecchia carrareccia militare, con qualche piccola interruzione e tratti stretti, poi saliscendi (più sali che scendi) tra pini mughi e roccette verso il Passo del Duca. Ancora un tratterello ruvido, quindi inizia la nuova Ciclovia del Duca. C'è nebbia, si vede poco, ma per fortuna la ex-militare è stata recuperata e rimessa a nuovo in questi mesi, grazie all'entusiasmo di Armando Erbì, presidente di Conitours, coadiuvato dal Parco del Marguareis, gli Operai Forestali, amici chiusani ed appassionati. 

 

 

 

© 2010 Tutti i diritti riservati.

Crea un sito gratisWebnode